Fra tradizione e innovazione

Tra i più antichi dell’Italia centrale e tra i dieci più belli d’Italia, il Carnevale di Ronciglione è la principale e più sentita manifestazione del paese, basata sul modello del carnevale romano rinascimentale e barocco. È il suono del “campanone”, dai tetti del municipio, ad annunciare l’inizio dei cinque giorni di pura follia da giovedì grasso con la consegna delle chiavi della città a Re Carnevale fino al mercoledì delle ceneri, quando il paese avvolto da un surreale silenzio torna lentamente alla normalità.
Una festa della trasgressione, durante la quale le vie si riempiono di luci, musiche, colori e sapori: maschere, bande folcloristiche, Ussari, carri allegorici, Nasi Rossi, la giornata del Carnevale Jotto, l’immancabile “saltarello” suonato dalla Banda cittadina Alceo Cantiani, il rituale della morte di Re Carnevale con la fiaccolata finale e la partenza del globo aerostatico. Per non parlare poi dei numerosi veglioni organizzati presso il Palasport e nei ristoranti locali.
Che i ronciglionesi abbiano il carnevale nel sangue è testimoniato dal grandioso Corso di Gala che si svolge durante le due domeniche di carnevale. Tra coriandoli e stelle filanti, migliaia di figuranti indossano meravigliosi abiti ideati dai ronciglionesi e realizzati dalla maestria delle nostre sarte, tratto questo peculiare della manifestazione. Ad accompagnarli ci sono carri allegorici di fattura artigianale e bande folcloristiche.
Un’attrazione sempre più apprezzata è anche il Carnevale della Notte, nato in maniera del tutto estemporanea dalla creatività e passione dei più giovani, che in un clima di sana competizione inventano ogni anno maschere sempre originali andando alla ricerca del nuovo e del “non visto”.
Gruppi di amici che lavorano per mesi elaborando idee, sviluppando progetti a volte complessi, andando alla ricerca dei materiali più adatti per realizzare la maschera tanto agognata. E quanta emozione poi nel vederla terminata e quanta smania nel volerla mostrare agli spettatori spesso anche attraverso delle vere e proprie rappresentazioni goliardiche!!! Tutto questo semplicemente per divertirsi, meravigliare e lasciarsi meravigliare.
La manifestazione è in continuo divenire e riserva ogni anno straordinarie sorprese ai tantissimi spettatori pronti a sfidare le più fredde serate invernali pur di godere di uno spettacolo ogni volta unico all’insegna della creatività.

Silvia Scialanca

Pin It
logo

Search

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più riguardo i cookie vai ai dettagli.