Mascherate 2019 - Le Marionette

LE MARIONETTE è la mascherata ideata da un gruppo di giovanissimi che da anni, durante il Carnevale, concentra le proprie energie soprattutto sul Carnevale della Notte. Ma quest’anno eccoli qua, “Quelli della Notte” sono finalmente pronti ad accettare il guanto di sfida del Corso di Gala. Una “gavetta” iniziata nel 2015 quasi per gioco, per creare qualcosa di originale per il sabato sera, crescendo di anno in anno per inventiva ed esperienza fino ad arrivare a realizzare 22 vespe in poco più di due settimane!

È stato proprio l’aver raggiunto questo traguardo importante che ha dato loro la spinta per partecipare al Corso di Gala. Che sia come figuranti o organizzatori la motivazione per loro è sempre la stessa: la passione per il carnevale, che considerano un’esperienza da vivere in prima persona come protagonisti e non come pubblico in quanto abituati, fin da piccoli, a partecipare attivamente a questa nostra manifestazione. Durante gli anni trascorsi a organizzare mascherate per il sabato sera hanno sempre cercato di affidarsi a sarte del paese: per questa loro prima sfilata a seguirli nella realizzazione del costume saranno le abili mani di Lelia Leon, con la speranza che possa nascere una lunga collaborazione. Originalità e simpatia sono sempre state le caratteristiche dei loro vestiti, che sperano di mantenere anche quest’anno, realizzando un costume accessibile ai ragazzi, originale, colorato e simpatico. “L’idea è nata un po’ per caso. Una sera durante un viaggio in macchina, si parlava del sogno di sempre: realizzare finalmente una vera mascherata, con tutte le preoccupazioni legate a essa e con le mille responsabilità che ne derivano. Per noi organizzare e coordinare un gruppo mascherato era sempre stata una cosa da grandi e in più l’idea per il vestito tardava ad arrivare. È stato nel momento in cui ci eravamo quasi arresi che, dalla radio, sono partite le note della canzone di Edoardo Bennato “quando sarai grande”. In qualche modo abbiamo ritrovato la fiducia in noi, e nelle nostre capacità e, dal titolo dell’album, Burattino senza fili ha preso vita l’idea delle marionette. Un omaggio personale alla canzone che ci aveva ispirati e convinti”, ha raccontato uno degli organizzatori. Ma cos’è per loro il Carnevale? Da sempre è sacrificio da affrontare ogni anno con grande piacere. È tradizione e soprattutto un importante momento di alta socializzazione in cui le idee di più persone danno vita a qualcosa di unico. “Ci sentiamo di dire che per noi, e per i roncionesi in generale, sia una questione di sangue. Per molti di noi, il Carnevale è stato tramandato dalle generazioni precedenti che ci hanno reso partecipi fin dai nostri primi anni di vita. Il Carnevale lo sentiamo scorrere in noi, ribolle in noi già nei mesi precedenti l’inizio della manifestazione durante la frenesia dei preparativi toccando poi l’apice nel momento degli ultimi ritocchi… rendendoci vivi e fieri delle nostre origini”.

Artigiano Carro: Lorenzo Oliva
Staff Mascherata: Michela Barbini, Simona Ferri, Michela Giovanforte, Arianna Palazzi, Paolo Nizzo.
Per info: Lorenzo Oliva 331 5016872 - Michela Barbini 380 1420154 - Simona Ferri 334 5280381

Pro Loco Ronciglione

Carnevale Storico di Ronciglione

Pin It
logo

Search

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più riguardo i cookie vai ai dettagli.