fbpx

Carnevale di Ronciglione, i carri dell'edizione 2020

I CARRI ALLEGORICI DEL CARNEVALE 2020: IL GRANDE RITORNO DELLA CARTAPESTA - Non solo preziose ed eleganti mascherate, il carnevale 2020 di Ronciglione è attesissimo anche per rivedere sfilare i grandi carri in cartapesta realizzati rigorosamente da ronciglionesi. Un lavoro che dura da mesi, giornate intere trascorse tra l'ideazione, progettazione e realizzazione di enormi personaggi colorati che arricchiranno il corso di gala.

Alcuni di questi giovani costruttori hanno lavorato sotto la direzione del maestro d'arte Rinaldo Capaldi, artista esperto ingaggiato dal Comune di Ronciglione per realizzare alcuni dei carri e per tramandare alle nuove generazioni un'arte che è parte integrante del nostro carnevale e che non deve essere perduta. E proprio come abbiamo fatto per le mascherate vogliamo farvi conoscere i responsabili dei carri allegorici del Carnevale 2020, che stanno dando anima e corpo per regalarci uno spettacolo unico.
Ma prima di passare alle presentazioni, capiamo un attimo cos'è la cartapesta, quest'arte molto antica le cui origini si perdono nella notte dei tempi. Per capirci qualcosina in più abbiamo incontrato il maestro Rinaldo Capaldi che tra colla, carta e colori ci ha spiegato le vari fasi di questa tecnica che lui stesso apprese da un maestro di Fano nel lontano 1973: da quell'anno per ben 32 anni si è dedicato alla realizzazione di carri in cartapesta per il nostro paese, per poi fermarsi per 8 anni e riprendere nel 2019. Tutti noi, da sempre, abbiamo sentito parlare di questa straordinaria tecnica che potremmo definire "povera", poiché gli ingredienti principali sono semplicemente la carta dei giornali, acqua e farina, che mixati a un'innata maestria e creatività diventano le basi di straordinarie creazioni, di vere e proprie scenografie "viaggianti". Ma come avviene la creazione di un carro? All'inizio di tutto c'è senza dubbio l'artista che, da solo o coadiuvato da collaboratori, individua l'idea e sviluppa il tema; si passa quindi alla realizzazione del bozzetto su carta alla quale segue immediatamente la progettazione della struttura portante e degli eventuali meccanismi che permetteranno il movimento dei vari personaggi. A questo punto si inizia a fare davvero sul serio! Dalla teoria alla pratica per dare corpo all'idea: il primo step è la modellazione della forma originale in argilla, quindi si passa alla realizzazione del calco in gesso e iuta sul quale avviene lo stampaggio della carta dei giornali incollata con acqua e farina bollite insieme in un grande pentolone; si aspetta dunque l'essiccazione per poi passare all'unione dei due pezzi tramite "cucitura" e al montaggio sulla struttura definitiva in legno. Tutto viene poi stuccato in gesso, dipinto di bianco per terminare dunque con la colorazione finale e la lucidatura.
Un lavoro certosino, lungo, che richiede grande amore, un'estrema pazienza e una grandissima ed estrosa manualità. Vedere tutti questi artisti intenti nella lavorazione dei propri carri, pronti a cuocere la magica colla, a "cucire" insieme le varie parti e a preparare le vernici dà una grande emozione e ci infonde speranza per il futuro della nostra manifestazione. 
Ma quali sono i temi dei carri seguiti da Rinaldo Capaldi? Il primo che ci viene presentato riguarda un problema molto attuale e sempre più serio: lo scioglimento dei ghiacciai causato dal surriscaldamento terrestre. Protagonisti di questo teatro viaggiante sono, quindi, pinguini e foche sempre più minacciati dai ghiacciai che sciogliendosi arrivano a mettere in serio pericolo non solo le loro vite ma anche intere città. Domina il tutto un sole dall'espressione cattiva, signore e padrone ormai del mondo, che con il suo calore sempre più forte non ha paura di sciogliere tutto e non teme le tremende conseguenze! Tra i protagonisti del carro non poteva di certo mancare Greta Thunberg. In abbinamento al carro sfilerà la mascherata Le regine del ghiaccio.
Anche il secondo carro della scuola di cartapesta affronta un tema sociale molto importante: la ludopatia, ovvero la dipendenza dal gioco d'azzardo. Tra roulette, dadi e carte da gioco appaiono uomini completamente nudi e donne in posizioni più pudiche; persone ormai spogliate di tutto, perché il gioco d'azzardo è proprio questo che fa: toglie tutto ciò che si ha! Ad accompagnare questa creazione ci sarà la mascherata Ludopatia, che mania!
Oltre a Rinaldo e i ragazzi della sua scuola, anche altri ronciglionesi sono all'opera da mesi per realizzare altri tre carri rigorosamente in cartapesta!
Andrea Mascagna, ronciglionese doc ben noto per la sua capacità creativa e grande manualità, è uno dei protagonisti più conosciuti del nostro carnevale, che per il 2020 ha deciso di dedicarsi alla realizzazione del suo primo carro allegorico affiancato dai suoi preziosi collaboratori: Giorgia Mascagna, Aldo Santini e Nicodemo Fedeli. Abbiamo incontrato anche Andrea all'interno del nostro laboratorio e con grande entusiasmo ci ha descritto il suo progetto in corso d'opera. Il carro di Andrea cela, ma diremmo non troppo, una satira politica su un tema molto caldo in questo periodo: l'immigrazione. Il nostro mondo è in serio pericolo, sembra essere minacciato da una terribile invasione aliena. Al centro del carro spicca un grande palazzo con la figura di Matteo Salvini in una posa ambigua: il suo intento è contrastare questa imminente invasione o piuttosto è pronto a fuggire a bordo di un razzo? Gli altri elementi richiamano logicamente l'universo tra grandi pianeti, navicelle e un grande razzo posizionato davanti. Chissà cosa succederà? Chissà quale sarà il destino del nostro mondo? Il carro lo vedremo sfilare in abbinamento alla mascherata Le Stralunate.
Eccoci poi arrivare ad altri due ragazzi responsabili di un coloratissimo carro che si ispira a un mondo lontano ed esotico: Rio de Janeiro. Francesco Marini e Francesco Della Mora ci raccontano che la loro idea è nata cinque giorni dopo la fine del Carnevale 2019 durante una cena del loro gruppo di lavoro e come succede tra amici, tra una chiacchiera e l'altra, ecco arrivare l'ispirazione che convince tutti: un tema che fosse un connubio tra l'animazione (Rio, il ben noto cartone animato) e la patria mondiale del carnevale (Rio de Janeiro). La loro lavorazione prende avvio già da luglio 2019 per poter curare la realizzazione del carro in maniera ottimale, essendo un qualcosa che prende vita giorno dopo giorno e basandosi su un processo lavorativo lungo, visto che la cartapesta richiede questo con i suoi passaggi fondamentali. Nel loro carro allegorico vedremo quindi apparire il Cristo Redentore, ma anche pappagalli, tucani, fenicotteri, palme e un tripudio di fiori che avvolgono il perimetro del carro tra musica e mille colori!!! Insieme al carro sfilerà la mascherata A Rio.
Altro carro allegorico protagonista del Carnevale 2020 è realizzato da un team collaudato formato da Marco Totonelli, Francesco Ciarlimbruschi, Patrizio Ciarlimbruschi, Roberto Tanturli e Federico Mecucci. Anche la loro realizzazione sarà rigorosamente in cartapesta. Il loro carro prende ispirazione dal misterioso e affascinante mondo marino che attira e incuriosisce ognuno di noi. Da questo mondo hanno ripreso specifiche sfumature di colore e si sono lasciati ispirare anche dalle tante creature che lo abitano, che come per magia, sembrano riemergere dagli abissi più profondi portando la loro straordinaria bellezza per le vie di Ronciglione. A occuparsi della musica del carro saranno i Dj Miami Blue Gianluca Trentani, Stefano Coppola e Luca Fratoni, impianti audio di Piombi Silvano, mentre in abbinamento vedremo sfilare la mascherata Riflessi marini.
Non ci resta, quindi, che attendere i tre meravigliosi Corsi di Gala il 9, 16 e 23 febbraio per ammirare questi meravigliosi teatri viaggianti per le nostre vie!

Pro Loco Ronciglione

Pin It
logo

Search

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più riguardo i cookie vai ai dettagli.